Il DL 16/2012 apporta modifiche ad alcuni adempimenti fiscali.

SITUAZIONE ANTE DL 16/2012
“Spesometro”: Azienda vs azienda: presentazione per importi (anche se legati da contratti) uguali o superiori a 3000 euro
“Spesometro”: Azienda vs privati: presentazione per importi uguali o superiori a 3600 euro
“Black List”: presentazione rapporti con aziende in elenco black list

SITUAZIONE POST DL 16/2012
“Spesometro”: Azienda vs azienda: presentazione senza limiti di importi ed in forma aggregata (totale scambi)
“Spesometro”: Azienda vs privati: presentazione per importi uguali o superiori a 3600 euro
“Black List”: presentazione rapporti con aziende in elenco black list per importi superiori ai 500 euro.
L’ efficacia delle nuove misure previste nel DL 16/2012 sembra decorre dal 1 gennaio 2012, interessando quindi le operazioni intercorse a partire da tale data.

Relativamente alla Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva (c.d.Spesometro) la scheda informativa relativa all’adempimento presente sul sito Agenzia delle Entrate è infatti stata suddivisa in due sezioni.

Per la presentazione delle operazioni del 2011, da effettuarsi entro il termine del 30 Aprile 2012, sembrano quindi vigenti le prescrizioni precedenti, sia in termini di importo (3.000) che di modalità di compilazione (note di variazione, collegamenti tra operazioni ecc): il modulo AIFT è quindi necessario per la creazione del file telematico relativo all’anno 2011.